Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
a cura de Angelo Padoan

Robe de Ciósa

El ponte de Vigo

Quatro Ciàcoe
Ponte Vigo a Ciósa.
I lo ciame "el balcon de la sitÓ". Da in sima se pole g˛dare, come da un balcon, un panorama e 'na vista incomparÓbile su la laguna, el mare, i Murazzi e, se l'aria xe tŔrsa, se pole distýnguare anche el campanile de San Marco de Venessia. A xe el ponte de Vigo, cossý ciamÓ da "vicus", che in latin vol dire "vico", borgo, perchÚ quelo xe stÓ el primo "sito" abitÓ de Ciˇsa. A xe rivÓ quasi ai 500 ani, ma a se li porte ben, anche se ultimamente l'Ó dimostrÓ de i aciachi dov¨i a l'etÓ, cossý che adesso i sta provedendo a "curarlo" (ghe n'avarÚmo fin al 2004).
E a vanta anche un so antenato, naturalmente in legno, no a la so altessa, oviamente, che esisteva adiritura nel 1300 e dove, secondo un cronachista contemporaneo de l'avenimento, un serto Daniele Chinazzo, se ga combat¨o el scontro fra Venessiani e Genovesi durante la st˛rica guera de Ciˇsa, proprio sul "ponte di Vigo che sula piaša de Chioša", soto la guida del podestÓ Pietro Emo (1379).
A xe stÓ ricostruýo in piera, come che a se vede adesso, nel 1685, nel pien de la guera col Turco, soto el podestÓ Francesco Morosini, dopo avere abat¨o quelo vecio.
Tuto in marmo e armile in piera d'Istria, el ponte xe stÓ fato pi belo e c˛modo nel 1762 quando che a xe stÓ ornÓ de fregi e de statue: caraterýstici i quatro lionsini ai Óngoli (uno sostien el stema de Ciˇsa) e i quatro bassorilievi ne la parte centrale che rapresenta sul fianco verso sud l'Anunciassion e su quelo verso nord i Santi Patroni de la sitÓ, San Felisse e San Fortunato, co una lÓpide sormontÓ da oto stemi gentilissi, e fissÓ proprio sˇra l'arco che varda verso la laguna. In sta lÓpide se ricorda i consilieri e i deputati che governava la sitÓ quando che xe stÓ costruýo el ponte e la data: "1685".
La decorassion marmorea, co balaustre e lionsini, risale invesse al 1762, soto la podestarýa de Girolamo Arnaldi.
Nel 1796, soto el podestÓ Angelo Memmo IV, sul ponte xe stÓ montÓ 'na lanterna co do lumi. Questa, insieme co l'altra sistemÓ nel Castelo de la Lupa o de San Felisse, gera i soli mezi che podŔva garantire la salvessa de tanti infelissi, i pescaori, e "preservare cossý da la desolassion le povere famegie de i ˛meni in mare". Infati, sti segnÓi luminosi i diventava necessari per entrare con sicuressa in porto. La luse de la lanterna del ponte de Vigo se podeva cossý intravÚdare "passi 5 d'acqua fuori del porto di Malamocco per Ponente e Garbin".
A quel tempo sta bela inissiativa del podestÓ Memmo xe stÓ cantÓ in versi adiritura dal Foscolo, che a gera ˛spite alora a Ciˇsa de un so amigo.
El ponte de Vigo xe sta traversÓ da Garibaldi, quando a xe vegn¨o a Ciˇsa nel 1867 e a xe andÓ a casa ˛spite de un patriota cios˛to, so amigo, un serto Tommaso Venturini, che abitava in cale S. Caterina, al de lÓ del ponte, su la riva Vena.
Fin a la fine de l'OtosŔnto sul ponte de Vigo se metŔva de vedeta el cosideto "vigari˛lo", un vecio pescaore, che avisteva da lontan l'arivo de i bragossi dal mare; non solo, ma su i so scalini un tempo se sentŔva co la so pipa in boca i veci pescaˇri cios˛ti a vardare el so mare "discorendo del pi e del manco del so mistiero". Sˇra del ponte de Vigo, xe passÓ pi de 'na volta el maestoso Crocefisso in legno de San DomÚnego, deto el "Cristo dei pescaˇri", quando che i lo portŔva in procession per el Corso.
LesionÓ durante i bombardamenti ne l'¨ltima guera, intacÓ da la salsŔdine, a xe stÓ restaurÓ nel magio del 1947 e adesso xe in corso, come avemo dito, un'altra... cura ricostituente.
A xe el pi belo de i oto ponti che scavalche el canal Vena, el pi belo architetonicamente, e l'Ó fato tante volte da sfondo a manifestassion, spessialmente a le rapresentassion de la famosa comedia goldoniana "Le baruffe chiozzotte", ressitÓ da la cognossutissima compagnia teatrale locale "Piccolo Teatro CittÓ di Chioggia", che nel 1947 la ga rapresentÓ a la presensa de l'on. Palmiro Togliatti, ˛spite de Ciˇsa.

[torna sopra]

 

Archivio
2019 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro

Dal nùmaro de Aprile:

Editoriale
Leggi l'articolo Europa: con o senza Dio?
Le rŔgole de la futura convivenza quasi quasi le xe drio desmentegarse de i valori religiosi de la nostra civiltÓ. Dove pensemo de rivare?
de Mario Klein
 
Devossion popolare
Leggi l'articolo L'Aria de Dio
de Ugo Suman
 
Robe de Ciósa
Leggi l'articolo El ponte de Vigo
a cura de Angelo Padoan
 
"La sguaratà" - Ciàcole polesane
Leggi l'articolo Artidoro
a cura de Romano Beltramini
 
Da Verona
Leggi l'articolo Pasqua con l'agnel
Giacinta Dall'Ora