Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario Klein

Editoriale

Bisogna averghe sale in zuca
Quando ca femo on sbalio o cometemo na stupidàgine, xe parché te chel momento a semo restà senza sale te la testa

Quatro Ciàcoe
De zuche a ghin xe anca massa... quelo che manca de pi xe el sale!
"Ma cossa gheto te chela zuca?" Quante volte ne xe stà fata sta domanda che no la ghea bisogno de risposta parché voléa dire che ghe n'avévino fata una de le nostre! Gnente paura! No la xe la fine del mondo se uno se ciapa senza sale: le ghe xe aposta le privative! Ma nò quele che vende sale e tabachi nazionali e èsteri e che 'desso le te fa la ricàrica del telefonin. Quele che intendo mi, le xe senpre verte, anca quando no se tole gnente: le xe privative private che le xe drento de noaltri, boteghe de idèe sane e inteligenti con cassele piene de bon senso, chel sale strafin che ghe dà gusto e bocato a tuto quelo che semo portà a fare, e che ne mete al sicuro dal ris-cio de conbinare robe mia massa par la quale. La stupidità xe proprio el risultato de la mancanza de bon senso. E el bon senso el xe el freno, el filtro, la riflession preventiva, el métare so la balanza el pro e el contro ogni volta che pensemo, agimo, tolemo na decision, esprimemo sentenze e giudizi... ogni volta, insoma, che disemo la nostra o che femo calcossa. La sienza ne insegna che tuto sucede nel laboratorio, ne la centrale eletrònica che gavemo ne la parte pi alta del corpo, cioè nel zarvelo. Ogni stìmolo, ogni domanda mete in movimento tre zone del zarvelo, conpresa quela che ne fa ragionare e valutare de volta in volta la situazion. Quando sta "zona cerebrale" mete in moto anca st'altre do, quela de le "règole" e quela de le "emozion", se pole rivare a on giusto equilibrio. In altre parole, se metemo insieme le "règole" (inparà co l'educazion e con la formazion personale) e la "passion", in giusta misura, se riva a otegnere on risultato otimale: questo xe el segreto del bon senso. El bon senso ne riguarda diretamente noaltri, prima che i altri. Disime valtri se no xe stùpido portarse drio on ràdego, on astio co qualchedun: ocio qua, ocio là, che no lo incontra, par carità! No ve pare insulso - e dunque senza bon senso - tegnere el muso in casa, tra marìo e mojere, quando sarìa mèjo spuare el rosco e che la sia finìa? La lista de le robe senza bon senso la sarìa massa longa, se fa prima a dare qualche esenpio de quele fate col bon senso, come: fare calcossa pa 'l bene comune senza spetare che sia senpre i altri a farse vanti o a fare el primo passo, tipo scoare on tòco de marciapiè davanti casa, anca se ghe camina quei del condominio, tor sù le carte spanpanà sul pra da qualche maleducà, recapitare na létara finìa te la to posta al so destinatario, avisare có se vede che ghe xe na pèrdita de aqua so la strada... Stùpido xe spèndare la vita mirando solo al guadagno o pensando solo al lavoro: né l'uno né l'altro no i pole darne tuto. La vita xe ben altro; non par gnente de na persona aposto se dise: "el xe tuto casa, cesa, botega" che xe za calcossa de pi del solo lavoro. Insoma, na esistenza inteligente ga bisogno del sale in zuca da la matina a la sera, da quando se vèrze i oci a quando se li sara, da quando se nasse a quando se more.

[torna sopra]

 

Archivio
2019 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro

Dal nùmaro de Novenbre:

Editoriale
Leggi l'articolo Bisogna averghe sale in zuca
Quando ca femo on sbalio o cometemo na stupidàgine, xe parché te chel momento a semo restà senza sale te la testa
de Mario Klein
 
Memoria viva
Leggi l'articolo Arrigo Boito e Victor Hugo
te na tragedia padovana del 1500
de Gigi Vasoin
 
 
Da la Marca
Leggi l'articolo Le usanse da San Martin
de Emanuele Bellò
 
Ciàcole Visentine
Leggi l'articolo L'ùltimo de i esploradori
Vénare 14 de novenbre, tien na conferensa a Sandrigo, Jacek Palkiewicz, l'esploradore polaco che ga catà in Perù le sorgenti del Rio de le Amàssoni
de Giordano Dellai