Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Pietro Gattolin

Memoria euganea

Paure de na volta

Quatro Ciàcoe
Quando me noni i ne contava storie de strighe, restèi sensa sangue, de pavastreji che i se tacava ai caveji, a jèrimo cussì terorizài che có faséa na s-cianta scureto a sercàvino de èssare in casa. Ma de 'e volte magari se faséa tardi e alora a me sentava sol paracareto che faséa àngolo co via San Stefano e via Capussini e spetava che calcun passesse par 'ndarghe drio; sta paura la me xe durà fin ca so' deventà grandeto, ma no la me xe sparìa del tuto.
Mi a staséa in via Murale, squasi ai confini de Calaon, na strada che romai no la esiste pi; 'desso co la nova strada che va sù a Calaon, se passa propio davanti a la vecia casa 'ndove ca so' nato. Ma ai me tenpi la jera propio trista!
Vegnendo sù da via Capussini se rivava a 'e tre strade: via Mandolari a destra, via Murale in centro, e via Balasso del Principe a sinistra, e tacà a la mureta de i Isato ghe jera on capitèo, in te sta crosara. Secondo i nostri veci, capitava de tuto: dopo mesanote, strighe, fantasmi, alochi, fatuchiere de mala sorte, gente spretà... e noantri tosati imagineve có passàvino davanti a sto capiteeto, siben che i ne diséa ch'el jera stà messo là aposta par fare scanpare tuti sti malnati personagi.
Le strighe! Ghe ne jera una, la "Brueta" che on paro de volte a l'ano la vegnéa a casa nostra a lavare i nissòi (na volta i nissòi i se lavava do-tre volte a l'ano); la gheva le man tute piene de gnochi, (forsa de métare le man in moja la se gheva inpenìa de dolori), e se diséa che la jera na striga, e quando che se malava calcun de casa se ghe dava la colpa a éa. Le credense purtropo le jera dure da morire, anca me mama, purtropo, la jera piena de supestision: i maghi che i viagiava co i tenporài, la soeta che la ciamava la morte. Se ghe jera calcun malà in casa, imaginarse sentire la soeta che la diséa: "Soto coégo, soto coégo", che voleva dire " soto tera". Quando na dona la gheva fiòi, se diseva che la jera na dona pagana, e apena che la se alsava bisognava che la 'ndesse in cesa a farse benedire, senò la perdéa el late, ma par 'ndare in cesa bisognava che la fusse conpagnà da on parente, e no vardare in giro senò podeva capitarghe de tuto.
Se diséa che serte fémene, có le 'ndava a la comunion, le faséa finta de supiarse el naso, invesse le roejava la partìcola e dopo le faséa 'e pignatele, ma de scondon assoluto, parché se capitava in casa calcun có la faséa sto scongiuro de sicuro drento l'ano el ghe lassava el tabaro, (a propòsito de tabaro: có moriva el paron del tabaro lo ereditava el fiolo pi vecio); de ste strafanterìe no se sa cossa che le ghe ne fesse, ma l'ignoransa la jera granda! Che jera bon de lèsare e scrivàre in t'on paese i se contava so na man, e a sta pora gente jera tuto misterioso. Có se verificava na eclissi, sàlvate mondo: guere, malatìe, epidemìe, tenpeste e nessun spiegava che la jera na ricorensa naturale.
Forse se gheva intaresse che la gente no savesse e se lassava crédare a fantasìe popolari e se faséa i tridui, el rosario soto i capitèi, se brusava l'olivo benedìo in meso a la corte, come quando vegneva sù on tenporale bruto: se el racolto vegnéa distruto da la tenpesta se se inpinìa de dèbiti e ghe voleva ani dopo a pagarli a costo de scrifici par tuti; imaginarse el terore ch'el racolto el 'ndesse perso! E anca a questo se ghe dava la colpa a calcossa che jera capità par causa de calcun: storie che par fortuna co la nostra generassion le xe sparìe, anca se la supestision in serti posti la ghe xe oncora!

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro

Dal nùmaro de Marso:

Editoriale
Leggi l'articolo Senza fiòi no esiste futuro
Semo al tradizionale apuntamento con la mimosa. Ancora no xe ciaro se la società ghe crede ai diriti, a la dignità e al ruolo de la dona. E la maternità va in crisi!
de Mario Klein
 
Le storie de Nando
Leggi l'articolo El spaventapàsseri de Rosara
de Fernando Boaretto
 
Memoria euganea
Leggi l'articolo Paure de na volta
de Pietro Gattolin
 
Botànica tradizional in triestin
Leggi l'articolo Primavera in arrivo
de Luigi Perini
 
Da Rovigo - fla
Leggi l'articolo I tri fradèi
de Gianni Sparapan
 
Da la Bassa Veronese
Leggi l'articolo L'è na buteleta el novo mini-sìndaco
de Lucia Beltrame Menini