Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Maria Damonte

Da Maran Lagunare (UD)

El quadro votivo

Quatro Ciàcoe
El quadro votivo fato da Romeo Ghin. (foto Archivio parochial)
Nel 2001 in ocasion de la festa Trienal in onor de la Beata Vergine de la Salute vemo vesto el piasser de vede ne la Ceseta a Ela dedicada, un niovo ma no recente quadro votivo che 'l ga ben 46 ani.
Conservò gelosamente da la fia Fanny, el ga trovò volentieri el so giusto posto vissin ai altri ex voto. Questa xe la storia. - Me pare - me conta un'altra so fia, la Nives, - el gera 'ndò a pescà come che 'l feva duti i zurni. Gera el 5 de Marso del 1955, de dopo mesozorno a l'inproviso e de prepotensa, xe vignùo sù un tenpasso, se veva fato scuro, supieva forte el vento e se veva messo anca a nevegà. Duti i pescaùri che gera in mar, i ga cercò de tornà a casa vogando a duta forsa, ma me pare no 'l ghe la ga fata e ghe ga tocò restà in batela. Me mare a vede sto tenpasso la gera duta preocupada. "Benedete fie - la ne disi - 'ndemo in molo a vede se vien 'vanti vostro pare." Intanto gera rivò anca me barba Gustin e a duti i pescaùri che riveva, el ghe domandeva se i veva visto me pare Checo; luri i ghe rispondeva de nò, nissun lo veva visto. A sto punto la preocupassion de me mare la se veva fata più granda. Quela sera la sena a mi e a le altre do me sorele, a vede che me mare la pianzeva in continuassion, no la ne 'ndeva zo. Sul tardi insieme se vemo pusò sul suo leto matrimonial e se vemo messo a pregà. Cò gera le sinque de matina, me barba Gustin el gera vignùo a vede se me pare el gera rivò, ma 'vendo sintìo de nò, el ghe ga dito a me mare: "Maria, preparete al pèso, ormai el Checo el xe disperso e xe difìcile che 'l gabia superò sto tenpasso." No te digo quante làgreme che ga versò me mare - la continua a contame la Nives - e quanto che la ga pregò cercando de tignì viva la parola speransa. Dopo do zurni de ànimi in sospeso i vien a ciamala de 'ndà al telèfono al Bar de Madeo. E qua la sinti 'na dona che la ghe disi de sta tranquila parchè so marìo el xe vivo, e a Partegada el gera a casa sua, ma che doman el sarissi tornò a Maran cò la coriera de dopo mesozorno. Te pol imaginà la gioia grande che vemo vesto nel savè sta bela notissia. Continti, a l'indoman, semo 'ndài duti naltre de fameja e i parinti a spetàlo. Dopo gesse smontò zo da la coriera, nel fa la strada, de tanto débole che 'l gera, el feva fadiga a caminà. A casa me mare la lo ga messo sùbito in neto (letto) cò le borse de l'aqua calda e la ga ciàmò el Dotor Bonotto, che 'l ga volesto savè de preciso come che la gera 'ndada. "Gero drio a calà le reti - el ghe ga contò me pare - e de inproviso un ventasso forte e contrario el me ga portò la batèla verso Lignan; po' se veva scurìo el siel e se ga messo a nevegà. Mentre che remevo 'na ondada forte la me ga portò via el remo e no go podesto più 'ndà 'vanti. A sto punto me la son visto bruta e in desnociòn, metèndo la man in scarsela (tasca) go trovò 'na parte de 'na vecia corona de Rosario che vevo. Con questa in man, me son messo a pregà Dio e la Madona de la Salute, domandàndoghe perdon se vevo fata qualchi mancansa, po' me son distirò sora i costrài1, pronto a murì. Sintivo che la batèla la 'ndeva par conto suo, po' de inproviso go sintìo un forte scossòn e go visto che la se veva incastrò su un àrzere. Alora faséndome corajo go cercò pian pian de 'ndà in strada, sùbito tre caciaturi che par caso i passeva in quel posto, 'vendome visto, i me ga ciapò sù e i me ga portò in t'un casal che gera la vissin. Qua go vesto un òtimo tratamento da i bravi contadini de quela casa." - Dopo vè sentìa sta dramàtica storia e velo visitò par ben, el Dotor Bonotto el ghe ga dito: "Voi, Checo, avete un fisico di ferro, non so se un altro uomo nella vostra situazione si sarebbe salvato." Me pare sùbito dopo la xe 'ndada a conprà 'na botilia de grapa pa' scaldalo e a l'indoman la ga messo a bugì sul fogo un bon brodo de galina nostrana, cussì in puchi zurni el xe stò sùbito mèjo. Me pare el ga senpre pensò che sto qua gera stò un aiuto miracoloso de la Madona de la Salute, infati el veva fato fà dal paesan Romeo Ghin, un quadro votivo par la Ceseta, ma el Piovan par che no lo vissi acetò, forsi parché a suo modo de vede no 'l incontreva i gusti artìstici de quìi ani. Questo xe duto quel che me ricordo - la me disi a conclusion de sto raconto la fia Nives.
Mi la ringrassio par la so disponibilità e gentilessa, po' la zonta, sporzéndome un tòco de giornal: - Varda cossa che 'l ga scrito un quotidian de Udine sul fato de me pare:

"Un pescatore in pericolo"
Sabato scorso 5 corr. (marzo 1955) sull'imbrunire il pescatore Francesco Brochetta si trovava in laguna nei pressi di Porto S. Andrea a calar le reti per la note. Ma non aveva ancora finito e non s'era accorto che il tempo minacciava seriamente e perciò fu sorpreso dalla bufera in piena laguna, lontano dalle barene a cui approdare.
Messosi con tutte le forze a vogare (era solo e le barche non avevano ancora il motore) verso il lontano paese, ad un certo punto non ce la fece più. Perduto un remo fra le onde e la tormenta di neve, dovette lasciarsi andare alla deriva, senza vedere dove veniva trascinato, poiché in tanto si era fatto buio.
Tutta la notte rimase in laguna con la barca piena di acqua e di neve e fu un vero miracolo se la barca stessa non si capovolse. Sul far del giorno si trovò verso le barene di Pertegada a quasi 20 km dal luogo del suo lavoro. Aveva mani, piedi e corpo semicongelati.
Fortuna volle che alcuni contadini, che poco distante avevano la casa colonica nella bonifica lo avvistassero e gli portassero soccorso. Lo raccolsero stremato, lo portarono nella loro abitazione, e cercarono di rianimarlo; accesero il fuoco e lo cambiarono di vestiti.
Lunedì con la corriera da Latisana giunse a Marano. Chiamato il medico lo trovò molto grave per la congestione polmonare...

1 Costrài = assi che ricoprono il fondo di una barca.

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro

Dal nùmaro de Lujo-Agosto:

Editoriale
Leggi l'articolo Bone vacanze a tuti... anca se tuti no va in vacanza!
Quela de on mondo che tira zo la seranda, che sara botega e tuti va in vacanza, forse la xe na imàgine fantasiosa e busiara
de Mario Klein
 
Devossion popolare
Leggi l'articolo Le vece devossion
de Ugo Suman
 
Da la Marca
Leggi l'articolo I Veneti in Belgio
de Emanuele Bellò
 
Da Maran Lagunare (UD)
Leggi l'articolo El quadro votivo
de Maria Damonte
 
Robe de Ciósa
Leggi l'articolo Le tolèle
a cura de Angelo Padoan
 
Aniversario... de moda, in basso veronese
Leggi l'articolo Bon conpleano, bikini!
de Lucia Beltrame Menini