Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario Klein

Editoriale

Vegnerse incontro
El pi de le robe de sto mondo xe fruto de colaborazion tra persone che se xe messe d'acordo sul parché, sul come e sul quando farle

Quatro Ciàcoe
Anca loro pare che i diga: "Ghemo deciso de vegnerse incontro... parché semo su la stessa barca!"
Insoma xe proprio vero: el mondo ghe someja a na squadra de calcio. Se tuti zuga par conto soo e tuti vole fare gol, va a finire che nissun riva a segnare e la squadra aversaria te lo mete in pòrtego! Lo ghemo visto anca te i recenti mondiài de calcio: bisogna nare 'vanti a fato, passarse la bala, fare qualche schincheto, scartare la difesa e, chi che xe messo mèjo in posizion, tirare in porta.
Par rivare a fare questo, no ghe vole solo tanto alenamento in canpo, ocore soratuto l'alenamento de testa: bisogna entrare ne l'órdine de idée de lassare da parte le mire personali, rinunciare on poco al "fasso tuto mi", tegnere conto de quelo che pole fare anca i altri, par rivare al risultato.
In altre parole, bisogna vegnerse incontro.
Questo vale in tuti i canpi del fare uman: nel mondo del lavoro, del sport, de la polìtica, nel vìvare sociale, ne la fameja... in tute - e le xe la magioranza - chele robe che no pole èssare fate da uno soltanto.
La vita no la xe on zugo, no la ga da somejarghe al tiro de la corda, dove uno (o più) tira da na parte e st'altro (o st'altri) tira da chel'altra. Ne la vita, se se vole nare vanti, bison molarghe on ponto e vegnerse incontro. Se no se fa cussì, se riva facilmente al scontro, con conseguenze danose par tuti quanti.
Ciapemo, par esenpio, la fameja d'oncò: la xe malà parché le do persone, l'omo e la dona che la forma, no i intende rinunciare a gnente de le so convinzion, abitùdini, punti de vista, libertà de pensiero e de azion, dimostrando anca, in sto modo, de no avere capìo gnente de l'amore, che no 'l corisponde al ricévare on zerto beneficio personale da l'altro, ma al volere, in tuti i modi, el ben de l'altro.
Quando tuti du i la pensa in sto modo, vol dire che i se vole ben e, par volerse ben... i se xe vegnù incontro, senza bisogno de anulare la propia personalità, ma acetando de adeguarla al caso, aplicando cioè chela règola che se dovarìa ciamare democrazia de la copia!
Se vardemo ben, se acorzemo che semo drio ciapare na bruta piega: ognuno se sente paron de se stesso, se sente el dirito de decìdare come conportarse ne i confronti de i altri. Quelo che conta xe fare quelo che se vole, parché questo ne fa stare ben. Avanti de sto passo, se torna decisamente indrìo: tornemo a la giungla, a la lege de la vitoria del pi forte so 'l pi débole.
Al contrario, dovemo rènderse conto che el poco spazio che ghemo lo dovemo spartire co i altri, frenando i nostri istinti e metendo in moto la materia grisa che ghemo in testa, parché tuto l'universo se basa sul vegnerse incontro.
Parfin la piova ne lo insegna: la xe el risultato de l'incontro de nùvole de aria calda e de aria freda. E noantri che semo... èsseri inteligenti, vuto che semo manco de la piova?

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro

Dal nùmaro de Otobre:

Editoriale
Leggi l'articolo Vegnerse incontro
El pi de le robe de sto mondo xe fruto de colaborazion tra persone che se xe messe d'acordo sul parché, sul come e sul quando farle
de Mario Klein
 
Sbiansi de civiltà contadina
Leggi l'articolo Ingiurie d'angurie
Un spissingo volgaroto e ronpiscàtole fa 'ndare fora da i gàngari un anguriaro che, spassientìo, el lo manda a chel paese in malo modo
de Dinerio
 
Sbiansi de civiltà contadina
Leggi l'articolo Contème, nona
de Luigi Frosi
 
Da Maran Lagunare (UD)
Leggi l'articolo Cantà xe senpre un bel ricordo
de Maria Damonte
 
Da Rovigo
Leggi l'articolo Le zeche
de Gianni Sparapan
 
El raconto del mese (in visentin)
Leggi l'articolo Le sgàlmare de la Catinela
de Antonio Maraschin