Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Luigi Perini

Storia e Leteratura (in triestin)

Isabella Teotochi Albrizzi e Melchiorre Cesarotti

Isabella Teotochi Albrizzi in un ritrato di Louise Vigée-Lebrun.
Isabella Teotochi Albrizzi in un ritrato di Louise Vigée-Lebrun.
Corfù xe stada sempre soto i oci de i Veneziani, fin dal 1073, quando i Normanni de Roberto el Guiscardo i ga ocupado Durazzo e l’ìsola corfiota. Dopo tanto tempo, nel 1206, cò Venezia gaveva mandado ’na armata contro i pirati che i meteva in pericolo la navigazion fra le ìsole tra l’Adriatico e l’Egeo, i Veneziani fa piazza pulita de lori e de le su machinazioni. Ma no xe ancora la volta bona, perché nel 1221 i perdi de novo l’ìsola e bisogna spetar el doge Antonio Venier, adiritura nel 1386 per un possesso che durerà quatro sècoli, fin cò sarà cascada la Republica. Le mule corfiote varda co interesse i ufiziài veneziani che riva co le galere: lori no xe insensibili a le belezze de le done greghe e,’na volta sposài i se le devi portar in te la Dominante. Proprio verso la fine de la parabola de Venezia, una de ste meraviliose putele, Isabella Teotochi, sposa a sèdise ani Carlo Antonio Marin, Sopracomito de la Repubblica de San Marco, che ga quasi el dopio de la su età. Cò i rientra a Venezia, e dopo un altro incarico sul Garda, Isabella la se intrùfola in te ’l gran mondo de la vita veneziana del tempo, sburtada in alto a primegiar no solo per la su grande beleza, ma anca per la su bona cultura: cussì a venti ani e per la durata de zinquanta, la tien le fila del saloto a Sant’Apollinare, indove passa el mèjo de la vita culturale e artistica del tempo: Antonio Lamberti, Ippolito Pindemonte, Ugo Foscolo, Antonio Canova, Melchiorre Cesarotti; ma anca stranieri come Madame de Stael, Giorgio Byron, Chateaubriand, Walter Scott. Vizin a l’aspeto culturale de sto "esprit de societé", no manca quel amoroso e de la seduzion e più de un’ombra de la massoneria. Certo xe che tuti xe afassinài da sta dona, no solo bela e piacente, ma de una interiorità equilibrada, anca se zerti su comportamenti a molti visitatori no ghe andava zo, come l’anulamento del su matrimonio e le nove noze l’ano dopo co el conte Giuseppe Albrizzi, Inquisitor de Stato. El primo fio, Giambattista, la lo gaveva avù a disdoto ani e el secondo, Giuseppino, co l’Albrizzi nel 1799, a trentanove ani.
L'abate padovano Melchiorre Cesarotti.
L'abate padovano Melchiorre Cesarotti.
De sta gtande "salonnière", che ga poco viagià (Roma, Firenze, Parigi), che ga poco scrito (Lettere sulla Mirra di V.Alfieri, Opere di scultura e plastica di A. Canova; Vita di Vittoria Colonna; Ritratto di Giustina Renier Michiel) a noi ne interessa l’òpera "Ritratti", aparsa in te l’ano 1807 e che, lei vivente, la ga ’vudo altre tre edizioni, in te l’ùltima de le quali (1826) i ritrati xe ventiquatro, tuti compagnài da l’efigie incisa su rame de la persona tratada in te ’l scrito. Le incisioni xe atribuide a Vivant Denon, disegnatore in te la campagna d’Egitto co Napoleone, "padre del Louvre" perché diretore generale de i Musei de Francia, per il quale Isabella la ga avudo ’na travolgente storia d’amor, durada trenta ani.
Ogi a noi interessa el ritrato che Isabella fa de l’abate padovano Melchiorre Cesarotti, perché casca el docentesimo ano de la su scomparsa. Melchiorre el gaveva frequentado el Seminario de Padova e a soli ventisinque ani el diventa professor de retorica e bele letere in te ’l Seminario stesso; intanto el gaveva conossudo persone eminenti de la cultura, come l’astronomo e umanista abate Giuseppe Toaldo e el gaveva podù lèger i iluministi francesi e le òpere de la filosofia sensista. Ma ben presto el se stanca del clima un poco pesante del Seminario e el lassa Padova, indove el jera za ben conossudo, per Venezia, dove nel 1759 el diventa precetor de le fìe del nobile Girolamo Grimani da S. Luca, qualcossa come el Goldoni a Parigi. Xe proprio a Venezia che Cesarotti legi el Fingal de i poemi di Ossian, racolti e publicài dal scozzese John Macpherson, co l’aiuto de l’amico Charles Sackville perché no el sa l’inglese. Cesarotti tra i ani 1763 e 72 el tradurà tuti i poemi ossianici e sto lavor ghe darà fama internazional; nel 1785 el publicherà n’altra su òpera fondamental: "Saggio sulla filosofìa delle lingue". Nel 1769 Cesarotti diventerà professore de lingua greca e ebraica in te ’l Studio patavino e troverà ristoro nella villa di Selvazzano, la sua Selva di Giano, che dopo la morte del fradel diventerà de sua propietà. El ritrato de Cesarotti Isabella lo meti fin da la prima edizion e certamente el filologo ga podudo lègerlo, ma là drento no ghe xe nissun aceno a le su òpere; nominada de passagio la traduzione che "non ispaventa la sua diffidenza con la moltitudine delle idee che lo assediano"davanti a qualsiasi òpera e, ancora, "Il suo genio... mostra nel traduttore un originale di nuova specie" Isabella ce lo presenta come un "preticciuolo di abito schietto e disadorno, freddo, taciturno, imbarazzato... tutto raccolto nella sua personcina, inanimato nel volto."
Dominique Vivant, Baron Denon.
Dominique Vivant, Baron Denon.
Ma questo èssere quasi insignificante, se vien invitado a parlar tra pochi amizi, el se trasforma in "uno spirito vivo, focoso rapidissimo". Altro che el dolce no far niente, la su pena no se ferma mai e l’imaginazion ghe cori drìo, anca se in principio par che de fronte a oni progeto el voja tirarse indrìo. Le su òpere, sia quele in prosa, sia in poesìa, le basterìa a ficarlo fra i mèjo ingegni d’Italia. El suo idolo xe el Bello morale; amante de la natura più che de l’arte, Melchiorre sta ’sai ben in te la su Selvaggiano, piena de piante selte da lu.

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo Basta violenza su le done!
Xe ora de inpegnarse tuti par far cessare la straje e la violenza contro le done,a partire da quela che ghe procura dani e soferenze fisiche, sessuali e psicologiche, in casa e fora casa. Xe ora de afrontare el problema seriamente!
de Mario Klein
 
Devossion popolare
Leggi l'articolo La santa Providensa
de Ugo Suman
 
Cultura orale
Leggi l'articolo No xe custion de fame
de Dinerio
 
Storia e Leteratura (in triestin)
Leggi l'articolo Isabella Teotochi Albrizzi e Melchiorre Cesarotti
de Luigi Perini
 
Da Maran Lagunare (UD)
Leggi l'articolo El primo zorno de Quarésema
de Maria Damonte
 
Da Thiene (VI)
Leggi l'articolo A marso in Bragonza
Belesse naturali da gòdare e, soratuto, da protègere
de Bepin Daecarbonare