Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Pietro Gattolin

Memoria euganea

La me testimoniansa

Sarà in cari bestiame, come sardele…
Sarà in cari bestiame, come sardele…
El 27 de genaro 1945 son stà liberà da i Russi; el me lager el jera vissin al canpo de sterminio de Auschwitz, che no savévino che’l ghe jera e che sùbito ne i giorni dopo go ’vùo modo de visitare; par questo, in tuti sti ani, son stà invità a portare la me testimonianza dapartuto. ’Desso, no posso pi farlo par question de salute e questo me dispiase tanto, ma tanto.
Ma vegnemo ai fati. Come ca go dito, el lager el jera vissin al famoso canpo de sterminio e go visto par television come che i tratava i Ebrei che i vegneva spojà de tuto, e che, quando che i ’ndava ai forni crematori, tuti i so vestiti vegneva dà ai prisonieri.
Noantri militari a lavoràvino co la divisa che i ne ga fato prisonieri; pensare a come che la jera ridota sta divisa! Tuta sbrindolà, e i tedeschi i ne ga dà de i indumenti borghesi. A mi i me ga dà on paro de braghe che bisognava ca me fesse du-tre quarti; cussì a la doménega a so’ ’ndà dal sartore del canpo parché el me le scursesse, e có so’ ’ndà a tòrmele le jera insmissià co tute chealtre. Alora a la sera so’ ’ndà in lavanderìa a lavarle… lavanderìa par modo de dire! In te de i bidoni de smalto, a go fato bojire ste braghe e cussì a paréa anca bon!
Ma quando ca go visto i documentari de come che i spojava sti poari Ebrei!... no sùito, ma dopo, poco tenpo fa, a me xe vegnù el colera! E pensare che mi a gheva on paro de braghe de sti poari digrassià e ca me go inventà de farle bojire; no sò cossa che me sia vegnù, i ne daséa i vestiti de i Ebrei che i naséa ai forni crematori! E penso a quante che i ghe n’à fato sti nazisti! E noantri quasi a se stimàvino co sti vestiti borghesi; oncora ’desso me vien el pelo de oca. Ma alora noantri, siben ca jèrimo vissin a sto canpo de morte, no se rendévino conto.
El 27, Giorno della Memoria, a go dà testimonianza come uno de i pochi che oncora a so’ qua, anca se so’ on poco malandà, me vien da pensare, a cossa che i ga passà sta poara zente. Sarà in cari bestiame come sardele; có i rivava al canpo, metà i jera morti, spece i putini e i veci, fameje de bona zente, che no i faseva male a nissun. I vendeva botoni, astici e cordèe e filo da cusire: cossa gai fato de meritarse na morte cussì orenda!
Me pare oncora da vedarle ste fameje, quando me mama la me mandava a tòre calcossa, anca parché la jera pi a bon marcà. Ghe stago male assè có vedo sti documentari; so la storia de i òmani se ghe n’à sentìi de tuti i colori, ma quelo che ga fato i nazisti, supera ogni imaginassion. Possìbile che nissun gabia podesto ribelarse? Mi a sò che anca noantri Italiani a ghemo le nostre colpe, ma i nazisti i ne ga superà, so ’l modo e so la storia. Altro no vorìa scrìvare so sto argomento: solo a penso al sartore del canpo; có go visto tuta sta roba mucià a me so’ dito: “Xe mèjo ca la lava?” Ma istesso a go oncora orore de sto paro de braghe de chissà de chi che le jera!? E no vorìa avere la memoria par ricordar sto fato che a dire poco a go oncora ribresso, siben che xe passà 65 ani.

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo L'Onestà?
No la pare pi de moda.
Da quelo che se sente e se lèze tuti i sacrosanti giorni – pur sfonzàndose de no scandalizarse – a se ga l’inpression de vìvare t’on mondo… co na smanegà de coroti e de disonesti. Che la sia propio cussì?
de Mario Klein
 
Memoria euganea
Leggi l'articolo La me testimoniansa
de Pietro Gattolin
 
Da la Marca
Leggi l'articolo L’ultima Rogassion
de Emanuele Bellò
 
Da Adria (RO)
Leggi l'articolo La ceseta d’i leun
de Sergio Bedetti
 
Da Vicenza
Leggi l'articolo “Il mare” de Antonio Capuzzo
presentà da la poetessa Lucia Gaddo Zanovello
de Ines Scarparolo
 
Da Verona
Leggi l'articolo La sapiensa del musso
de Lucia Cozzolino Masotto