Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Bepin Daecarbonare

Da Thiene (VI)

L’emigrassion a pìe
Emigrare deventarà, presto, un mestiere...

Venditore anbulante che vendeva le stanpe de Remondini de porta in porta.
Venditore anbulante che vendeva le stanpe de Remondini de porta in porta.
I partiva a pìe. I portava su ’e spale ’na cassa tegnù sù da do cinghie de corame. Drento i gaveva stanpe a colori: imàgini sacre, carte da zugo, l’antica “pissota”. I percoreva itinerari longhissimi, i stava lontan da casa mesi e anca ani... I vendeva imàgini che la rinomà stanparìa Remondini de Bassan faseva rivare ne i loghi più distanti: ’na “edittrice” straordinaria a quei tenpi, la più inportante del mondo nel setore.
El mestiere de venditore anbulante gera “frequente” nel Bassanese, fra el Sete-Otosento. I gera qualche mejaro le persone che vendeva le stanpe de Remondini de porta in porta, par vali e çità ne ’a Penisola e nel vasto Inpero austriaco, in Francia, Svìssara, Inghiltera, Danimarca, Germania, Polonia, fin a Pietroburgo e oltra.
Sti “venditori itineranti” i ga fato da batistrada a le future colone de emigranti. Anunciava, co un secolo de anticipo, chel’esodo colossale che portarà ne l’Otosento miliuni de italiani nel Novo Mondo.
Passarà poche desine de ani e i venditori de stanpe popolari se trasformarà in venditori de maioliche, veri e cristali. I se ciamarà “maiolini”. Portarà anca lori ’na cassa su le spale, tegnù sù da do cinghie de corame, viajarà anca lori a pìe, vendendo de porta in porta, par vali e çità, biceri, botìlie, carafe e cristali.
Anca i “maiolini” gera tanti ne ’a prima metà de 1’Otosento, ne le zone de montagna e ne le valate. I ga conussudo ’na stajon fortunà che no xe durà tanto. El suo gera un lavoro duro e pien de ris-ci, ’na vita vagabonda distante da casa. Qualchedun no xe più tornà; altri, depredà da furfanti, i ga dovudo ’réndarse. Ma diversi, a la fine, se ga fermà indove i gera rivà e ga verto ’na botega. Ghin xe ancora qualchedun (in Lonbardia, nel Veneto, in Emilia, nel Tirolo...) che “risale” al tenpo de 1’emigrassion a pìe co la cassa su le spale.
Ancora pochi ani e conparirà, nel vecio continente, i primi segni de profonde trasformassion. L’Europa sta cressendo: costruisse strade, galerìe, ponti, ’na straordinaria rete feroviaria. Par realisare le grande òpare pùbliche se spostarà da un Paese a l’altro, çentenari de mejari de lavoratori.
Xe sul sfondo de sti movimenti che 1’emigrassion italiana move i primi passi e se consolida. Le popolassion de l’area bassanese trovarà in sti lavori l’alternativa a la so estrema “indigenza”. Le partirà da Asiago, da Valstagna, da Fastro, da Crespan, da Possagno e oltra. Vignarà fora da le so case modeste e, par la prima volta, incontrarà l’Europa. Emigrare deventarà, presto, un mestiere. Sarà sto mestiere che i jutarà a créssare, a conóssare el mondo.
Tuto xe scumissià çento, dosento ani prima, co ’na cassa su le spale e longhe caminade a pìe, distante da casa.

da: I Vicentini nel Mondo, a cura de Giuseppe Groto, trato da Thiene News n. 104 (Novembre 2007).

[torna sopra]

 

Archivio
2020 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo Ghemo paura che…
Par festejare i trent’ani de vita, xe stà fate tante bele manifestazion de cultura, tante iniziative par raforzare l’inpegno portà ’vanti dal nostro mensile. Xe stà, però, tegnù sconta la preocupazion che, dopo la festa, ghe sia boconi amari
de Mario Klein
 
Tradission
Leggi l'articolo ’Arda che xe rivà le giostre!
de Luigi Frosi
 
Da Thiene (VI)
Leggi l'articolo L’emigrassion a pìe
Emigrare deventarà, presto, un mestiere...
de Bepin Daecarbonare
 
Da Verona
Leggi l'articolo Za che te si mojo…
de Lucia Cozzolino Masotto
 
Da Verona
Leggi l'articolo I 200 ani de l’Istituto Leonardi
de Lucia Beltrame Menini
 
Da Bovolon (VR)
Leggi l'articolo El vestito de la festa
de Palmira Grela