Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario Klein

Editoriale

No ne resta che vardare in sù
Xe un tòco che vardemo basso, parché ne pare che ne manca la tera soto i piè. L’alternativa xe quela de provare a alzare i oci al zielo e sperare che on filo de luce, on lanpo, na sita, on s-ciantiso el ne ilùmina la strada da ciapare

…  provare a alzare i oci al zielo e sperare che on filo de luce el ne ilùmina la strada da ciapare.
… provare a alzare i oci al zielo e sperare che on filo de luce el ne ilùmina la strada da ciapare.
Propio come ne insegnava i nostri veci che forse i ghea copià dal Padrenostro, xe senpre pi de atualità chel “jùtate che ’l cel te juta”.
E ’lora, dopo el primo spaurazo che ghemo ciapà quando se semo resi conto che jera finìo el tenpo… no digo de le vache grasse, ma del fàrghela co i nostri, dopo ani che studiemo, discutemo, barufemo par catare el sistema de conbàtare chel tenporalon che ghemo sora i copi e che no se decide de sfantarse, sarà mèjo che provemo bàtare a la porta del Paron de casa, e che ghe nemo in tanti, parché xe pi fàssile che ’l ne scolta.
No ghemo da vergognarse, no femo bruta figura se nemo a dirghe che… xe ani che piove poco, che le zurle le ga magnà chel poco che la tera produse, che no ghemo pi le do vachete in stala e dunque, par zercare de far frutare la tera, semo costreti a ciamare quei che ga le màchine che ara fondo e questo ne costa un ocio de la testa…
Ghe disemo, senpre al “nostro Paron” che sta in alto, che no savemo pi cossa strolicare par métare calcossa soto i denti… che ’l se meta na man so ’l còre, che ’l ghe daga la precedenza a i zóvani, che ’l ghe insegna almanco a lori a tòre la direzion giusta, a no zercare scùrzoli, stradele sconte, caezagne pi curte; ch’i sapia ciaparse le so responsabilità, che no i se lassa inzinganare, ch’i vaga via driti par la so strada, ch’i staga tenti a no inbalzarse e, soratuto che no i se desméntega de nare via a testa alta e ch’ i meta in pratica i insegnamenti che vien da l’esperienza de i pi veci.
Se volemo crédarghe, la storia xe ’ncora maestra. Na volta se diséa: “Drio na disgrazia, va na grazia”, ma no voléa dire che se se augurava na disgrazia par otegnere na grazia. Pitosto, se savéa conbàtare la disgrazia, convinti che “Dio manda la crose che se pole portare”, e se naséa ne la so Casa a domandarghe ajuto.
Có capitava robe “grosse”, sfrasèi, guere, carestìe, ma anca periodi de arsura, le cese jera piene, le orazion le nasséa in cesa e le continuava par la strada, in casa, te i canpi… Se vardava in sù e se invocava l’aiuto da l’Alto. ’Desso, tante cese no le serve pi parché pochi xe quei che ghe va e ’ncora manco xe i preti che le pol tegnere verte.
Martin Luther King ga dito: “La vera misura dell’uomo si vede, non nei momenti di comodità o convenienza, ma tutte le volte in cui affronta il rischio o la sfida e come lo fa.”
I segni de na certa decadenza e de i nostri lìmiti i xe soto i oci de tuti. ’Desso se trata de védare se catemo la forza de contrastarli.
Dopo ’ver tentà de farlo in tante altre maniere, forse xe el momento de vardare in sù e tornare a fare quelo che se savéa fare na volta.

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo No ne resta che vardare in sù
Xe un tòco che vardemo basso, parché ne pare che ne manca la tera soto i piè. L’alternativa xe quela de provare a alzare i oci al zielo e sperare che on filo de luce, on lanpo, na sita, on s-ciantiso el ne ilùmina la strada da ciapare
de Mario Klein
 
Da i Coli Euganei
Leggi l'articolo Da na porta a l’altra
de Gemma Bellotto
 
Da Adria (RO)
Leggi l'articolo È scuminsià le scuole
de Sergio Bedetti
 
Da Isola Vicentina (VI)
Leggi l'articolo Personaji de na volta
de Gianni Fioretto
 
Da Verona
Leggi l'articolo Un indorador gran brao
de Giacinta Dall’Ora
 
Da San Bonifacio (VR)
Leggi l'articolo I pronomi de uso… personale
de Enzo Coltro