Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario Sileno Klein

Editoriale

Sognare par èssare felici
I dise che el Carnevale el dura massa poco: forse bisognarìa slongarlo parché, co la so confusion e le so matane provocatorie, l’inpiza la voja de felicità, che ghe n’avemo tanto de bisogno. No podendo canbiare le règole de sta festa, sarà ben dedicarse a la cultura de le bone intenzion par inparare a èssare felici.

“Sognare par èssare felici”: on bel problema!
“Sognare par èssare felici”: on bel problema!
Sicome “bone parole e piri marzi no i ronpe la testa a nissun” e dato che “bisogna fare el pan co’ la farina che se ga”, provemo a afrontare in qualche modo sto argomento cussì delicato.
Intanto disemo subito de no confóndare la felicità co la sodisfazion che ne riva da calcossa de poca sostanza, come, par esenpio, la “gioia” del Carnevale o l’euforìa de na qualche polvareta bianca. Purtropo oncò, semo portà a crédare che se trata de felicità, có ’ndemo a cronparse on vestito novo, o femo el viajo sognà da na vita. Va ben anca ste robe, ma no stemo ciamarle felicità. Sarìa come voler dire che se ga on desterminio de amici, solo parché i ga clicà “mi piace” su Facebook.
Scopo de la vita xe la felicità, ma no la xe calcossa che xe fora de noaltri, la xe drento de noaltri, la xe na continua rizerca, on desiderio, on sogno. Naturalmente, no xe che el sogno el gabia solo el gusto del dolze: el sogno el ga anca na bona dose de amaro. Proprio come la vita, che no ghemo da ilùdarse che la sia come che volemo noaltri: dovemo acetare le sfide che la ne presenta tuti i giorni e che le sarà de sicuro quele ne farà realizare i nostri sogni.
Dovemo mantegnere vivo sto desiderio de i nostri sogni, non calando la testa, no disendo unicamente “signor sì” al mondo che ’l xe pien de gente che pensa che par nare avanti bisogna rangiarse e farse furbi. Pare propio che no ghe sia pi dignità, pare che manca la voja de sognare in grando. Questo no va ben, parché ghemo el dovere de èssare gelosi de le nostre speranze.
A questo, se ghe riva solo co l’alenamento, canbiando le propie abitudini negative, a partire da le robe che no va, conpresa quela de dire senpre de sì a tuti i costi. Grande erore zercare de contentare tuti, parché a la fine se riva che se xe sderenà e intanto i sogni i fa la mufa in fondo al casseto de la mente, perdendo de vista quelo che uno vorìa par se stesso, par èssare felice.
Eco alora che felicità vol dire no’ contentarse, senza però deventare superbi, ma avendo senpre davanti on progeto de futuro. In te on momento difìssile e de crisi come el nostro, pitosto che lamentarse, bisogna inpegnarse a tirar fora la nostra grinta, i nostri talenti, la nostra creatività, parché par èssare felici no basta pensare positivo, ocore anca agire.
Giustamente qualchedun ga dito che se se vole èssare felici par on ano, bisogna zercare de vìnzare a la loterìa, ma se se vole èssare felici par senpre, bisogna volerghe ben a quelo che se fa, a i pìcoli gesti, a le pìcole anbizion, a le pìcole conquiste, conpresa quela de védare la felicità ne i altri. I sienziati i xe rivà parfin a dire che fa tanto ben anca rìdare par forza, parché questo pròvoca fiducia par rivare a otegnere i risultati che se vole realizare.
No stemo desmentegarse che pi che i consili de ialtri xe inportante dirse: “Solo mi conosso i me sogni e i me desideri”, ne la piena convinzion che: “La possibilità de realizare on sogno xe quela che rende la vita interessante” e che uno che no ga sogni, no xe parché el ga tuto quelo che ghe ocore, ma parché ghe manca i obietivi par nare avanti. Quindi… zerchemo de “sognare par èssare felici”.

[torna sopra]

 

Archivio
2018 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo Sognare par èssare felici
I dise che el Carnevale el dura massa poco: forse bisognarìa slongarlo parché, co la so confusion e le so matane provocatorie, l’inpiza la voja de felicità, che ghe n’avemo tanto de bisogno. No podendo canbiare le règole de sta festa, sarà ben dedicarse a la cultura de le bone intenzion par inparare a èssare felici.
de Mario Sileno Klein
 
Zente de Padova
Leggi l'articolo Alessandro Varotari
de Arturo Baggio
 
Da i Coli Euganei (PD)
Leggi l'articolo Cantè, gente! Xe qua Sanremo!
de Gemma Bellotto
 
Da Mestre-Venezia
Leggi l'articolo El libro de i ricordi
de Annalisa Pasqualetto Brugin
 
Da Lendinara (RO)
Leggi l'articolo A go on sosia!
de Renato Scarpi
 
Da la Bassa Veronese
Leggi l'articolo Tanti inverni fà…
de Lucia Beltrame Menini