Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Giordano Dellai

El canton leterario

El dialeto de Luigi Meneghello
Xe nato 100 ani fà a Malo l’autore de “I piccoli maestri”, “Libera nos a Malo” e tanti altri libri pieni de parole e cultura paesana vèneta.

Quatro Ciàcoe
Quatro Ciàcoe
“Cossa xelo sto ’talian inbolsìo e fruà che gnanca na coa de mas-cio?!” A sta domanda, mi, che gero da l’altra parte de la corneta telefònica, no savevo se rìdare o piànzere. Sì proprio cussì: rìdare, parché chel Luigi Meneghello lì, che gera uno de i me miti da studente universitario, el me gaveva ’pena dito una de le so frasi da sconpissarse dal rìdare; piànzere, parché ’desso che par la prima volta me capitava la fortuna de parlare diretamente co lu, anca se solo par telèfono, no gavevo perso tenpo par fare na figura da ciodi. Ma come me gera vegnesto inamente de parlare in perfeto ’talian? Proprio co Meneghello, po’, che l’italian lo scriveva cò ’l no trovava parole mèjo in dialeto?!
E pensare che sto incontro gera nato nel segno propio de “Quatro Ciàcoe”. Gera ’nte la fine del 1991, fasevo parte da poco de la fameja de la nostra bela rivista e me stavo dando da fare par tor sù un poco de notissie e de publicità su Malo par el speciale su sto paese che doveva vegner fora a genaro ’92. Me premeva dare na inpostassion culturale a sto speciale: gero a Malo, e donca in ste pàgine no podevo propio far de manco de scrìvare de Meneghello e magari anca de parlare co lu. El problema gera che, par queo che ghin savevo, el scritore el gera quasi senpre in Inghilterra, ’ndove el gaveva insegnà a l’università de Reading, anca se ’nte i ùltimi ani el gaveva ciapà casa co la mojere Katia anca a Thiene.
Rason par cui so’ ’ndà in Comune a Malo a parlare co l’assessore a la cultura, Renato Gasparella, domandàndoghe de jutarme.
“Serto che la juto – el me ga dito l’assessore molto gentilmente – ansi, ’desso ghe telefonemo!”
Go sentìo la salivassion ’ndarme a zero, robe che gnanca el pegior ragionier Fantozzi sarìa stà bon de fare.
“Ma dìselo sul serio?!” so’ riussìo a fanfugnare.
“Serto – el ga seità – eco qua el so nùmaro de telèfono de la so casa de Thiene, ciapèmoghe rento che, se semo fortunai, tra un minuto ghe lo passo.”
Devo dire la verità: gavevo quasi pi caro che no ’l fusse in casa. Meneghello, ripeto, gera propio el me autore preferìo, gavevo za leto “Libera nos a Malo” e “I piccoli maestri”, gavevo anca dà na ociada a altri libri come “Bau-sete!” o “Maredè Maredè”, che in realtà i gera na spece de silabario de parole vènete, interpretàe come lu solo gera bon de fare. Perché lu da na parola el te verzeva un mondo fato de realtà paesana, rigorosamente de Malo, el paese ’ndove gera nato, poco soto Schio, su la strada che va a Vicensa.
De lu me piaseva tuto: el modo de scrìvare, co sto umorismo a metà tra inglese e nostran; la pulissia del stile, che no te garissi zontà na parola de le so frasi gnanca par sbajo; el so rigore morale, che a vinti ani o poco pi, co le parole stanpà ben in testa del so professore e maestro Toni Giuriolo, lo gaveva fato decìdare de deventare un “pìcolo maestro” e ’ndar in montagna par conbàtere par la libertà contro i fassisti e i todeschi che ’ntel Visentin stava fasendo straje de òmani e fameje cosidaràe nemiche.
“Ècolo, el xe casa – ga dito l’assessore – ghe lo passo.” E mi:
“Pronto! Buonasera, prof. Meneghello, sono Giordano Dellai della rivista dialettale Quatro Ciàcoe, mi fa piacere parlare con lei, gradirei sapere che cosa pensa di una rivista in dialetto veneto, quello che lei dimostra di amare così tanto da…” E lu zo che xe tardi co la risposta che go dito.
Eco, st’ano che se conpisse 100 ani da la so nàssita a Malo del 16 febraro 1922, go volesto farghe onore co sto faterelo, par dirghe che, i so libri, li go leti po’ altre sento volte, e ogni volta ghe go trovà colcossa de novo e de belo. Che, come ga dito anca Calvino, xe esatamente queo par cui na sènplice racolta de pàgine deventa un “clàssico”.

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo Insegnare la pace
La pace no se otiene con la guera, ma… con la pace! Semo davanti a na tragedia anuncià e sotovalutà. L’equilibrio mondiale xe sconvolto: pesanti le conseguenze economiche e finanziarie. La grande storia se ripete: el “pìcolo” Davide contro Golia.
de Mario Sileno Klein
 
Da Vigodarzere (PD)
Leggi l'articolo El baso
de Marisa Da Riz
 
Da l’Alta Padovana
Leggi l'articolo ’A cioca
de Luigi A. Zorzi
 
Da Lendinara (RO)
Leggi l'articolo Storie a i quatro venti
de Laura Viaro
 
El canton leterario
Leggi l'articolo El dialeto de Luigi Meneghello
Xe nato 100 ani fà a Malo l’autore de “I piccoli maestri”, “Libera nos a Malo” e tanti altri libri pieni de parole e cultura paesana vèneta.
de Giordano Dellai
 
Da San Stèfano de Zimela (VR)
Leggi l'articolo Rumando…
de Antonio Corain