Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Giordano Dellai

Ricorense stòriche

Antonio Pigafetta, un aventuriero amante del dialeto
Sinquesento ani fà, ’ntel 1519, partiva el primo giro del mondo in nave, al comando del portoghese Magellano, po’ sostituìo dal nòbile visentin che ga scrito in un misto italian-vèneto la relassion de l’inpresa.

El monumento a Antonio Pigafetta, in via Roma a Vicensa.
El monumento a Antonio Pigafetta, in via Roma a Vicensa.
Mapa del Borneo, disegnà da Pigafetta.
Mapa del Borneo, disegnà da Pigafetta.
“Perchè sono molti curiosi, illustrissimo ed eccellentissimo signor, che non solamente se contentano de sapere e intendere le grandi ed ammirabili cose che Dio me ha concesso di vedere e patire ne la infrascritta mia longa e pericolosa navigazione, ma ancora vogliono sapere li mezzi e modi e vie che ho tenuto ad andarvi, non prestando quella integra fede a l'esito se prima non hanno bona certezza de l'inizio; pertanto saperà, vostra illustrissima signoria, che, ritrovandomi nell'anno della natività del Nostro Salvatore 1519 in Spagna, in la corte del serenissimo re dei Romani con el reverendo monsignor Francesco Chieregato, allora protonotario apostolico e oratore de la santa memoria di papa Leone X, che per sua virtù dappoi è asceso a l'episcopato de Aprutino e principato de Teramo, avendo io avuto gran notizia per molti libri letti e per diverse persone, che praticavano con sua signoria, de le grandi e stupende cose del mare Oceano, deliberai, con bona grazia de la maestà cesarea e del prefato signor mio, far esperienzia di me e andare a vedere quelle cose, che potessero dare alcuna satisfazione a me medesimo e potessero partorirme qualche nome appresso la posterità.”
Ste parole, scrite in un italian un poco slandronesco, co raquante parole in dialeto vèneto e un pochetine che sa ’ncora del vecio latin, xe le prime de la “Relazione del primo viaggio intorno al mondo”, dedicà a l’inperadore Carlo V e scrita dal nòbile visentin Antonio Pigafetta, che se riferiva a la spedission navale ’ntorno al mondo del portoghese Ferdinando Magellano a la quale gaveva partessipà anca lu. Na inpresa granda senpre e dopo ’ncora, inissià sinquesento ani fà, ’ntel 1519, e finìa dopo quasi tre ani, lassando par strada tanti morti, tra cui ’l stesso Magellano, suìto sostituìo al comando propio da Pigafetta.
Za da ste prime parole se pole vèdare el corajo de Pigafetta, che no gera un marinaro proveto ma ’l gaveva na gran spissa de far colcossa de grando, parfin montare su na nave de cui fondalmentalmente no ’l ghe interessava granché, par acquistare chela fama de cui po’ el garìa efetivamente godùo. ’Desso el nome de Pigafetta xe parecio mensonà e conossùo da tuti, propio par via de sta so spedission, ma pochi conosse la so òpara scrita, che ga qua e là sbiansi del nostro dialeto.
Nato a Vicensa ’ntel 1493 da Giovanni de Antonino e da Lucia Muzan, fiolo de na ilustre fameja visentina piena de schei, case e canpi par tuta la provincia, Antonio Pigafetta cò ’l gera zòvane, invesse de stare de pitanton cofà tanti so pari, pareva che ’l gavesse el culo che ghe brusava. La decision che ghe ga fato ciapare al volo l’ocasion del viajo de la vita xe stà de ’ndare a catare ’ntel 1519 in tera ibèrica el so parente mons. Francesco Chiericati, mandà in Spagna da papa Leone X, a la corte de Carlo V. Xe stà lì che Pigafetta xe vignù a savere che un serto Magellano stava organisando sta spedission: tuto sfogonà dal morbin de partire, el ghe ga domandà al prelato visentin so parente de racomandarlo par trovarghe posto ’nte la nave; dito fato, el se xe inbarcà su la nave Trinidad, la pi inportante de na flota de tre inbarcassion, riussendo presto anca a guadagnarse la stima del comandante portoghese, che lo ga nominà so atendente.
Tornà in Spagna dopo quasi tre ani de aventure straordinarie, Pigafetta ga regalà a Carlo V el so diario de bordo, ’ndà suìto perso, e po’ ’l se xe messo a l’òpara par scrìvare la “Relazione”, publicà tra ’l 1524 e ’l 1525. In sto libro trova spassio soratuto descrission de i loghi e de la zente ’ncontrà, co un intaresse e na precision particolari ’ntel descrìvare i costumi de i Paesi foresti, che ’ncora ’desso incanta tuti i letori.

[torna sopra]

 

Archivio
2020 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo Par na civiltà de l’amore
Amore de oncò, amore de ieri, amore ’pena passà, amore che ga da rivare, amore grande, esaltà, cantà, sognà, tradìo… amore de mama, de popà, amore senza limiti, altruista, co ’l solo scopo de fare del ben a persone che ghe ne ga de bisogno… El xe na parola che inpina la boca, ma ne la pratica?
de Mario Sileno Klein
 
Zente de Padova
Leggi l'articolo Bernardino Tomitano
de Arturo Baggio
 
Da Lendinara (RO)
Leggi l'articolo Scherzi e cojonele
de Laura Viaro
 
Ricorense stòriche
Leggi l'articolo Antonio Pigafetta, un aventuriero amante del dialeto
Sinquesento ani fà, ’ntel 1519, partiva el primo giro del mondo in nave, al comando del portoghese Magellano, po’ sostituìo dal nòbile visentin che ga scrito in un misto italian-vèneto la relassion de l’inpresa.
de Giordano Dellai
 
Da Lugo de Vicensa
Leggi l'articolo Na “sàgoma”? Nò! Massa poco...
de Giuseppe Segalla
 
Da Verona
Leggi l'articolo Par scherzo, ma sul serio!
de Lucia Beltrame Menini