Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario KLein

Novità Linguìstiche

El "tesoretto" de Manlio Cortelazzo
In sti giorni ga visto la luce un lavoro linguìstico de l’ilustre professore emerito de Italianistica e de Dialetologia, el catedràtico Manlio Cortelazzo, gran benefatore de la cultura vèneta e sostegno par chi ama la storia e vol conóssare le propie orìgini

Atento come senpre... el prof. Cortelazzo.
Atento come senpre... el prof. Cortelazzo.
’Ndemo a catarlo fora nel so rifugio quotidian, la Biblioteca Universitaria de Palazzo Maldura, par avere notizie precise su l’ùltima so creatura.
– Alora, prof. Cortelazzo, la pianta sana dà fruti in tute le stajon... De cossa se trata precisamente?
"Si tratta del primo tentativo di fare un vocabolario, sia pure limitato a un secolo, di una delle lingue principali degli stati preunitari dell’Italia, cioè della Repubblica di Venezia. Questo nella sostanza..."
– Comunque, se trata de un dizionario vero e proprio!
"Dizionario completo del Cinquecento veneziano."
– Lu xe abituà a fare seriamente, cioè sientificamente le so òpere: ma quanto tenpo galo inpegnà in pazienti ricerche, studi e anàlisi par sto libro?...
"Ah... solo cinquant’anni! Ho sempre lavorato, estate e inverno..., naturalmente alternando con altri lavori... Cinquant’anni per farlo così com’è e sono ancora insoddisfatto."
Drio rispóndere a le domande.
Drio rispóndere a le domande.
– Ghe xe mai vegnù la tentazion de dirghe: "Perché non parli?"
"Certo... e ci parliamo!"
– Alora el dizionario el conprendarìa 100 ani de storia, forse de uno de i momenti pi flòridi de la Serenissima...
"Un’epoca molto importante per Venezia. Credo sia quella in cui ha raggiunto il massimo del potere, covando però i germi della prossima decadenza."
– Stemo anticipando l’aspeto stòrico del libro. Ma come porlo avere un sìmile significato un dizionario?
"è questo uno dei segreti del dialetto. Non sarebbe il caso specifico di questo dizionario, perché ci sono molti documenti, ma in certi casi la forma dialettale rappresenta uno spaccato della storia, vista da chi non sa scrivere. Perché noi siamo abituati a leggere la storia da chi l’ha fatta, da chi sapeva leggere e scrivere. Ma quella stragrande maggioranza che non sapeva leggere e scrivere il suo giudizio lo lasciava alle parole. Ricercare queste parole è una delle cose più interessanti e appassionanti."
– In altre parole, far riconparire na certa realtà stòrica
"... la mentalità, il pensiero, la visione del mondo che le classi più povere, quindi analfabete, lasciavano come testimonianza nella loro lingua, nella loro parlata."
– Questa parlata e ste sìngole parole... trovàbili dove?
"In tutti i testi scritti in lingua veneziana, da quella più aulica (che assomiglia all’italiano), arrivando a quella più bassa, plebea, gergale. Siccome Venezia ha espresso in quel periodo attraverso la stampa, nata da poco, tutta la sua varietà di interessi... abbiamo fatto questo dizionario. Che non è un semplice vocabolario: gli esempi non sono presentati come tali, ma quasi come un rifacimento della storia, come un’antologia, attraverso l’ordine alfabetico delle parole."
– A l’interno de sto vocabolario, prevale quindi el valore linguìstico o quelo stòrico?
"Per me il valore storico, nel senso che l’opera dovrebbe essere usata più dagli storici che dai linguisti."
– Mételo in luce aspeti novi de sta època, che finora no se savéa?
"Penso di sì, perché ogni cultore di storia veneziana, penso trovi qualcosa in più da aggiungere ai propri studi specifici. E, al contrario, quelli che fanno studi specifici dovrebbero contribuire a migliorare quello che è già stato scritto qua!"
L'ùltimo lavoro linguìstico e stòrico del prof. Manlio Cortelazzo.
L'ùltimo lavoro linguìstico e stòrico del prof. Manlio Cortelazzo.
– Viene naturale domandarghe: a chi xelo destinà un dizionario cussì specìfico?
"A quanti sono interessati alla parola... qui ve ne sono decine di migliaia... 1.600 pagine..."
– El patrimonio linguistico da lu rispolvarà xelo tanto distante dal dialeto venezian del Boerio o da quelo che vien parlà oncò?
"Questo lavoro è stato pensato proprio anche come integrazione del Boerio, perché davanti a un documento del ’500, non sempre il Boerio risponde, perché il lessico si è allargato moltissimo e perché al tempo del Boerio molte cose ormai erano scomparse e con le cose erano scomparse le parole. Quindi questo è un’integrazione importante del Boerio stesso."
– Che futuro prevédelo par sto capolavoro.
"Prevedo o auspico una rapida vendita, l’esaurimento dell’edizione, per cui, io provveda ad integrare l’opera e alle manchevolezze..."
– Da dove ghe vienlo sto spìrito "innovativo" e originale: lu no ’l se taca mai al lavoro de altri, lu el xe senpre ùnico...
"Mi piace vedere che qualcuno lo nota. Non mi piace copiare dagli altri, seguire le orme degli altri o continuarne i lavori: ho sempre preferito le strade nuove. Nella lingua italiana ho aperto una strada, quella dell’italiano popolare. Il testo base l’ho scritto io e poi l’ho abbandonato... Ma questo non vorrei proprio abbandonarlo! Vorrei integrarlo, migliorarlo, in modo che sia un libro perfetto. O quasi."
– Nell’insieme delle so tante opere, ghe xe na preferenza?
"Quest’ultimo e, accanto a questo, il Dizionario etimologico della lingua italiana.
– Insoma lu trata le parole... come se le fusse pepite d’oro!
"è vero! Non mi accontento delle parole comuni che tutti conoscono: cerco parole, possibilmente, mai sentite."
– Na ùltima domanda: progeti in vista!
"Certo: un vocabolario etimologico veneto, tratto dalle parole adoperate dai collaboratori di Quatro Ciàcoe, presenti nei loro scritti che vengono pubblicati sulla rivista. Sarà un lavoro limitato, ma quello che contiene garantisce che sono parole vive. Come dire...VVV: Vocabolario Veneto Vivo!"
– Prof. Cortelazzo, ghe femo i conplimenti e ghe semo riconossenti non solo par sto ultimo capolavoro, ma par tuta la so generosa atività de studioso onesto, vero e umano.


DIZIONARIO VENEZIANO della Lingua e della Cultura Popolare del XVI Secolo (La Linea Editrice, via Stefano Breda 26/E, 35010 Limena-PD; present. del nobile venessian, prof. Antonio Foscari; pàg. 1.558, euro 110,00).

L'ilustre catedràtico el mostra con orgolio le so creature preferìe: una par l'italian e una pa 'l dialeto venezian. (foto Luigi Perini)
L'ilustre catedràtico el mostra con orgolio le so creature preferìe: una par l'italian e una pa 'l dialeto venezian. (foto Luigi Perini)

[torna sopra]

 

Archivio
2020 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo La strada de casa
In sto groejo de strade, de trodi, cavezagne, vie traverse e tabele de indicazion, co sto destejo de apòstoli e profeti che prèdica vangèi falopi, xe senpre pi fadiga catare la strada de casa
de Mario Klein
 
Devossion popolare
Leggi l'articolo Un pan par do vite
de Ugo Suman
 
Novità Linguìstiche
Leggi l'articolo El "tesoretto" de Manlio Cortelazzo
In sti giorni ga visto la luce un lavoro linguìstico de l’ilustre professore emerito de Italianistica e de Dialetologia, el catedràtico Manlio Cortelazzo, gran benefatore de la cultura vèneta e sostegno par chi ama la storia e vol conóssare le propie orìgini
de Mario KLein
 
Robe de Ciósa
Leggi l'articolo Ciósa medioevale
de Angelo Padoan
 
Da Vicenza
Leggi l'articolo El papagalo
de Maria Penello
 
Da la Lessinia Centrale (VR)
Leggi l'articolo La festa del formento
de Luigi Ederle