Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario Sileno Klein

Editoriale

Ghe vole pi corajo e speranza
Sicome le xe massa le robe che no va, bisogna farse corajo e vardare avanti, volere a tuti i costi che la se canbia, che no ’i sia senpre tenporài e tenpesta: chissà che ’l celo se stufa de “cicloni” e “anticicloni” e possa rivare finalmente el seren!

La natura insegna: mai pèrdare la speranza…
La natura insegna: mai pèrdare la speranza…
No xe che sta roba possa far notizia, ma te ’l me scànpolo de giardin, tri metri par tri, oncò xe fiorìo on ciclamin. Semo al venti de giugno e st’ano ghemo oncora da savere cossa che vol dire istà, epure sto fiore par mi l’è on segnale positivo. El tenpo l’è restà da maridare par fare quelo che ’l vole; la natura segue le so regole e non le nostre, ligà fisse co stropèi de sàngoana a i coarti de celo incolorìi de nero, che promete aqua a sece roerse. Vòto che la sia senpre cossì?
Forse xe el caso de interpretare positivamente sto segno mandà ’vanti da madre natura, anca parché ghe xe on proverbio che dise: “Quando el galo canta de strasora, doman no xe pi el tenpo de sta ora.” Segno che tuto pol canbiare. Magari anca el tenpo!
Sì, parché se vardemo ben, da l’alba al tramonto, la xe tuto on roersarse de robe e el xe tuto on desiderare che le canbia. Sto desiderio se ciamarìa speranza e ga reson quelo che ga dito che la speranza la ga dó fiòi: “lo sdegno per la realtà delle cose e il coraggio per cambiarle.”
La xe proprio cussì. In tuta la nostra vita, da quando se svejemo a la matina a quando nemo in leto la sera, la màchina de l’esistenza la funziona e la va ’vanti parché la ga sto carburante che fa girare el motore e ghe fa bàtare el cuore. La speranza. Dire de cossa xe fato sto liquido vitale xe tanto difìcile e gnanca xe dito che sia fàcile catare on distributore indo’ poder fare rifornimento…
Però, de rife o de rafe, a mercato nero o sotobanco, bisogna a tuti i costi incontrare sta falda positiva e fare el pieno, senò la corsa la finisse in pressia. Parché questo suceda, ocore che ghe molemo de védare nero. Semo massa portà a sognare poco, a rìdare oncora de manco; ragionemo assè, controlemo tuto, se metemo in testa che tuto ne speta, che tuto ne ga da rivare, che la tal roba la ga o no la ga da sucédare… E avanti co sto ategiamento de superficialità, senpre drio a lassarse trasportare da la corente, senpre inpressionà par quelo che càpita.
Eco alora che, se semo convinti che quela che stemo vivendo la xe na bruta època, questo xe el momento giusto par reagire e deventare otimisti, che no vole dire fare i stupidoti che se mete a la finestra a vardare quelo che sucede, ma conportarse da persone che crede ne le propie forze e in quele che vien da l’Alto. Sperare no vol dire stare lì a vardare in sù, ma ciapare al volo chel ragio de sole che ilumina la note pi fonda e che ne riporta a provare el senso del vìvare e chel gusto del vìvare che ne porta oltre el sènplice “tirare a canpare”.
La speranza ne insegna a acetare la rinuncia de calcossa in canbio de calcossa altro; la speranza ne rende generosi, premurosi, previdenti, inzegnosi e creativi; la ne fa zercare na soluzion al problema, la trasmete corajo. Na vita senza speranza la xe na sginza che schiza via dal zoco e se smorza. E tuto finisse lì.
Alora, fémose corajo e vardemo indrìo solo par ciapare la rincorsa e saltare el fosso. Soportemo le tante robe che no va, solo el tenpo de studiarle, capirle e trasformarle, senza spetare che sia senpre i altri a risòlvarne el problema…
Naturalmente, sia ben ciaro che se la speranza porta a l’otimismo, otimisti no se nasse: se ghe deventa, giorno dopo giorno, con volontà, inpegno, fiducia e responsabilità.

[torna sopra]

 

Archivio
2020 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo Ghe vole pi corajo e speranza
Sicome le xe massa le robe che no va, bisogna farse corajo e vardare avanti, volere a tuti i costi che la se canbia, che no ’i sia senpre tenporài e tenpesta: chissà che ’l celo se stufa de “cicloni” e “anticicloni” e possa rivare finalmente el seren!
de Mario Sileno Klein
 
Da la Bassa Padovana
Leggi l'articolo La vaca “fantasma”
de Roberto Soliman
 
Da Maran Lagunare (UD)
Leggi l'articolo I cunsili de Nasrudin
de Bruno Rossetto Doria
 
Robe de Ciósa
Leggi l'articolo I primi stabilimenti balneari a Sotomarina
a cura de Angelo Padoan
 
Da Adria (RO)
Leggi l'articolo La càmara
de Sergio Bedetti
 
Da Verona
Leggi l'articolo Grassie!
de Giacinta Dall’Ora