Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario Klein

Editoriale

"Clandestini": che bruta parola!
El problema de i imigrati nel nostro Paese, in sto momento, el xe come on "roveto ardente". La facenda la xe talmente ingrejà che bisognarà nare a fondo anca so ’l ciamarli "clandestini", parché le parole le ga el so peso

Eco qua na scaretà de quei che la stanpa, par prima, ciama "clandestini".
Eco qua na scaretà de quei che la stanpa, par prima, ciama "clandestini".
Clandestin xe chi riva te on Paese, violando la lege su l’emigrazion, ma soratuto chi lo fa senza farse védare; "di nascosto", recita i vocabolari de la nostra lingua.
La magioranza de sti poricristi che le tenta tute par scapare da la miseria nera e da na morte so la porta de la capana... no i xe fantasmi che sconpare da la Libia e riconpare a Lampedusa. No i se sconde quando i parte, no i se sconde quando i patisse le pene de l’inferno so le carete del mare, e no i se sconde quando i domanda aqua e na coerta a chi ghe va in aiuto.
La polemica su la "sicurezza", sul mandare indrìo opure no i branchi de imigrati ’pena rivà, o sul fermarli a la partenza, la dovarà forse anca tegnere conto che oramai sto fiume umano el score a la luce del sole. E questo rende ’ncora pi difìssile la soluzion del problema.
Ghe xe chi dise che xe disumano fermare sta imigrazion da i Paesi africani verso l’Italia. Ghe xe chi dise che da soli no ghe la faremo mai a farghe fronte ai necessari servizi de sanità e de scolarisazion. Sti imigrati, dal momento che i xe qua, bisogna curarli e istruirli e quindi no i xe pi clandestini. Ma anca noantri no semo la Mèrica del zio Tom... che se po’ te te mali in Mèrica i te buta fora da l’ospedale in pigiama, se la te va ben!
La Cesa dise giustamente che i xe tuti nostri fradèi e che xe on delito no spalancare le nostre case e non spartire i nostri beni. Xe vero anca questo, ma fin a on certo punto. No xe solo colpa nostra se stemo vivendo on cristianesimo difarente assè da quelo fato nàssare da Cristo.
Calcossa podemo e dovemo fare, ma acetare tuti sarà inpossibile. El problema el xe pi grande de le nostre bone intenzion. Come xe stà fato pa ’l teremoto de l’Abruzzo, che xe "scopià" na solidarietà quasi sproposità, te la stessa maniera el mondo civile dovarìa afrontare sto "esodo" senza fine. Lo disemo pur savendo che no ’l sucedarà mai. In canbio, se no sbalia i calcoli, savemo che "ai bordi" del Sahara ghe xe almanco 20 milioni de disperà pronti a scapare da la fame, da le guere, da le malatìe, da l’ignoranza, par tentare de rivare a le coste italiane o europèe. Tanto, par sta pora gente, che difarenza ghe xe morire so la sabia o morire in mare?
Savemo de dover fare calcossa, ma sto calcossa gavarà bisogno de tanto tenpo. Anca de tanta bona volontà e sensibilità de chi sta "davanti" o "in alto", parché l’aiuto pi grando el dovarìa nàssare so le tere, da dove scapa sti pori disgrazià, e dove la libertà costa pi del vìvare.
Da qualche parte viene giustamente fato rilevare che so le nostre spale xe precipità el peso de la storia: i canbiamenti politici, i falimenti de i governi, le ditature che xe vegnù fora, i ga finìo par scaricare le conseguenze su Paesi come i nostri, dove in qualche misura se pole parlare de libertà e democrazia.
Eco parcossa el bon senso ne dise che dovarìssimo ciamarli "persone" o "migranti" quei che inveze tuti ciamemo "clandestini", tuti possìbili delinquenti pa’l solo fato che i vien qua senza carte, senza documenti. Anca le parole ga el so peso!

[torna sopra]

 

Archivio
2019 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo "Clandestini": che bruta parola!
El problema de i imigrati nel nostro Paese, in sto momento, el xe come on "roveto ardente". La facenda la xe talmente ingrejà che bisognarà nare a fondo anca so ’l ciamarli "clandestini", parché le parole le ga el so peso
de Mario Klein
 
Cultura orale
Leggi l'articolo La vanzega
de Dinerio
 
Ricordi
Leggi l'articolo La cantina de i schiti
de Luigi Frosi
 
Da la Marca
Leggi l'articolo El cantar de i osèi
de Emanuele Bellò
 
Da Maran Lagunare (UD)
Leggi l'articolo Ciàcare de comari
de Maria Damonte
 
Da Lendinara (RO)
Leggi l'articolo El mazo de frasche
de Renato Scarpi
 
Da Vicenza
Leggi l'articolo "LA GUERRA... e la vita pulsava"
Co sto secondo lavoro de ricerca storica, la nostra Lucia Beltrame Menini la ga superà se stessa, dimostrando che co la passion e la volontà se pol fare de i capolavori
de Ines Scarparolo