Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario Sileno Klein

Editoriale

Cossa xela sta “rete”?
Parlemo de la “rete sociale” che no ghe entra gnente co quela de l’orto dove na volta se calava i poeji, e gnanca quela del sarajo de le galine, le ànare o le oche. La xe on ingrejo de “contati” tra persone che pole anca non conóssarse e che par mezo de Internet i mete in piè un mondo popolà da “amici” e amici de i amici.

I go tegnù de ocio pa’ on bel tòco: lu inpegnà col giornale, ela senpre lì a cincionare so ’l so iPhone.
I go tegnù de ocio pa’ on bel tòco: lu inpegnà col giornale, ela senpre lì a cincionare so ’l so iPhone.
Stemo parlando del o de i social network, tuto on mondo “virtuale”, dove se se scanbia pareri, confidenze, imàgini, “video e audio” e, de le volte, porcarìe che fa pi male che ben, senpre nel nome de la pi grande libertà mai vista prima.
So sta “rete sociale” uno pol dire la soa senza paura de deventare rosso, uno el fa savere le so idee, el so credo religioso, el colore polìtico, le tendenze… sessuali e tante altre robe , interessanti o anca decisamente inutili.
Se ne i primi ani del 2000 sto “servizio web” el vegnéa doparà par question professionali, per amicizie e par raporti amorosi, adesso el xe deventà on fenòmeno mondiale popolare, dirìa, quasi ingovernabile. Solo Facebook, una de le pi famose “reti sociali”, el ga pi de 1 miliardo de iscriti.
Praticamente, quelo che se faséa na volta có se jera zóvani, che se se tirava sù el grupo de amici par nare a le sagre o al cine, par nare in gita o a magnare l’anguria in conpagnìa… la stessa roba càpita oncò, senza gnanca mòvarse da casa, stando lì sentà davanti al monitor del computer o col tablet o on celulare: se raduna on grupo (network = rete) de “amici” senpre presenti, e senpre lì a farte savere quelo che i fa, dove che i va, quelo che i magna e quelo che i vede, anzi i te lo mostra co le fotografie, cossì te si costreto a crédarghe.
Fin qua ghemo, in coalche modo, visto a cossa che i serve i social network: i serve a comunicare senza limiti de “spazio e tempo”; a generare scanbi de pensieri e preocupazion tra persone, conprese quele che no se sa chi ch’i sia; a far créssare la propia cultura. Purtropo, però, anca in sto bel fantastico paesagio, se pole incontrare el lupo.
Come ne la vita reale, anca in questa, fata de onde magnètiche, se pole incontrare criminali e persone pronte a ’profitare de la bona fede de la gente, con furti de identità, inbroji e calunie che pole sassinare na fameja o difamare persone, fin a portarle a tòrse la vita.
I ris-ci e i perìcoli pi grossi li core i nostri toseti e putini che a 11 ani i riceve in regalo el primo smartphone. La pi parte de i genitori i lassa i so putèi “navigare in rete” no sò quante ore del giorno: risulta che un adolessente su quatro frequenta abitualmente siti pornografici. Se po’ vardè sti toseti, i xe senpre pi “social dipendenti”, senpre lì a controlare i “messaggi” che ghe riva sul telefonin.
Questo vol dire che ste nove tecnologie le ga canbià conpletamente la nostra vita, la vita de le fameje e de la socetà.
De conseguenza dovemo tuti inpegnarse a no fare indigestion de Internet e de social network, e a costruire na cultura de la “rete”, in modo da rèndarla on posto sicuro, che ne protege da i “lupi” de la criminalità digitale.
Go leto na opinion riguardo i social network, che dise che el mondo xe pien de morti viventi e la pi parte se sconde su Facebook. La me pararìa na cativeria sta frase, ma i spiega che Internet el xe on strumento che vien doparà da tanti par spiare la vita de i altri e par mostrare na vita che in realtà lori no i ga.
In definitiva, bisogna savere quando dire basta e “disconétarse”, parché la vita vera la xe tanto pi emozionante de quela “virtuale” de la “rete”.

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo Cossa xela sta “rete”?
Parlemo de la “rete sociale” che no ghe entra gnente co quela de l’orto dove na volta se calava i poeji, e gnanca quela del sarajo de le galine, le ànare o le oche. La xe on ingrejo de “contati” tra persone che pole anca non conóssarse e che par mezo de Internet i mete in piè un mondo popolà da “amici” e amici de i amici.
de Mario Sileno Klein
 
Su la via de le spessie
Leggi l'articolo La vanilia
Profumo de Paradiso
de Luigi Frosi
 
Zente de Padova
Leggi l'articolo Lucrezia Dondi dall’Orologio Obizzi
de Arturo Baggio
 
Robe de Ciósa…
Leggi l'articolo Memorie d’altri tempi…
de Angelo Padoan
 
Da Lendinara (RO)
Leggi l'articolo Quando i descarfojava le panoce
de Renato Scarpi
 
Da Verona
Leggi l'articolo El Popolo “migrante”
de Mirco Castellani