Quatro Ciàcoe
Mensile de cultura e tradission vènete
de Mario Sileno Klein

Editoriale

Dovemo salvare la dona!
Siè done copà in te na setimana: la xe na roba che no sta né in celo né in tera. La xe na guera che ne incioda tuti a le nostre responsabilità. L’omo xe drio deventare el “coronavirus” de le done. Dovemo afrontare seriamente el problema, senza “se” e senza “ma”. Ma subito!

On fiore par tute le done vìtime de violenza e, in particolare, con stima, rispeto e afeto, a le nostre colaboratrici che xe in copertina: da l’alto verso destra, Lidia Maggiolo, Gemma Bellotto, Annalisa Pasqualetto Brugin, Laura Viaro, Maria Penello Mingardi, Franca Isolan Ramazzotto, Giacinta Dall’Ora, Lucia Beltrame Menini e Carolina Guerra.
On fiore par tute le done vìtime de violenza e, in particolare, con stima, rispeto e afeto, a le nostre colaboratrici che xe in copertina: da l’alto verso destra, Lidia Maggiolo, Gemma Bellotto, Annalisa Pasqualetto Brugin, Laura Viaro, Maria Penello Mingardi, Franca Isolan Ramazzotto, Giacinta Dall’Ora, Lucia Beltrame Menini e Carolina Guerra.
Davanti a sta violenza bestiale su le done, che fa scareze solo a dover parlàrghene, ne vegnarìa voja de dire: “Volemo salvare la dona? Canbiemo l’omo, co le bone o co le cative.” E no stemo pi catare scuse e atenuanti nel darghe a l’omo pene senpre pi legere, tirando in balo la depression, la delusion, la crisi economica, la mancanza de laoro e la beca de so mare che no ga insegnà a stare al mondo fin che ’l jera pìcolo!...
E no basta pi gnanca legi piassè severe par afrontare sta realtà. I òmeni violenti i se ne frega de l’òbligo de stare distanti da le done che ga avù el corajo de denunciarli. A sarìa da ciaparli e butarli zo co ’l paracadute in Siberia o so i giazi del Polo Nord a smaltire la rabia canina in mezo a i pinguini e a le foche.
Sta bruta piega de la violenza su la dona no la ga infetà solo l’adulto, marìo, conpagno o via de là, la ga contagià anca i zóvani ch’i xe passà in pressia dal bulismo par scherzo a la violenza sul serio.
Parfin el governo, co tute le gate da pelare che ’l ga, el se sta interessando al problema, dichiarando che ocore partire da la scola par educare quei che doman sarà i protagonisti de la civiltà del futuro.
A scola, prima de insegnarghe a come che i ga da fare a l’amore in sicureza, i ga da farghe capire che la dona vale quanto l’omo (se non de pi!) e che la merita rispeto in tuto e par tuto.
No ga da rivare a scola idee balorde come quele che go sentìo poco tenpo fà… che cìrcola on libreto dove xe scrito che: l’omo, el ga… i nùmari par fare el dotore, l’ingegnere, el pilota de aereo, el chirurgo, el biologo, el scritore, l’autista, l’inpresario, l’artista, l’atore, el calciatore…; la dona inveze la xe portà a fare la mama, la dona de casa che ga da slevare i fiòi, curarli, tegnerli neti, conpagnarli in pissina, in palestra, a le feste de conpleano… la ga da fare la spesa e vardare che in casa no manca gnente parché senò, dopo, el popà se rabia, se ghe scalda el pissin e el deventa cativo…
Questa no se pole ciamarla educazion, anzi la rinforza i pregiudizi tra omo e dona e no la ghe insegna par gnente la parità de rispeto e de dignità tra i dó sessi: condizion necessaria, se no volemo de dover fare i conti ogni ano col nùmaro de i “femminicidi”: 131 nel 2017, 135 nel 2018, 103 nel 2019. Come se vede, la strage continua. E la continua parché l’omo che vien bandonà da la so conpagna de vita, prima el deventa “persecutore” e dopo “omicida”, in quanto el xe oncora convinto che… el potere xe de l’omo!
E questa la xe incultura, ignoranza insulsa de l’omo, restà fermo a i tempi del Medioevo, quando la mojere la jera proprietà del marìo, e la dona no la jera parona né de i fiòi, né de le tere, ne de i schei e gnanca de se stessa.
Purtropo, la strage continua anca parché resiste chel’anda maschile che sconde la violenza, ciamàndola “molestia”, ma che corisponde a provocazion, a man fonfa o gesto palpagnin, quando no ’l riva a deventare stupro.
Rivà a sto punto, prima de tuto bisogna che le done le taca a urlare la verità che se sconde drio le porte de casa! E i òmeni? Ocore che i inpara a èssare òmeni e no bestie; a scuminziare da pìcoli, da la scola, da i divertimeni dove tanti tosi, a causa de droga, alcol e branco… i se trasforma in lupi. Se canbiarà el modo de pensare, canbiarà anca el conportamento. L’8 de Marzo la dona no la va festegià, la va rispetà. E amà!
Dopo tuto, la violenza su la dona disonora l’omo. Dunque, se volemo salvare la dona, canbiemo l’omo!

[torna sopra]

 

Archivio
2022 21 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1  
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Setenbre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Genaro
Dissenbre
Novenbre
Otobre
Lujo-Agosto
Giugno
Majo
Aprile
Marso
Febraro
Editoriale
Leggi l'articolo Dovemo salvare la dona!
Siè done copà in te na setimana: la xe na roba che no sta né in celo né in tera. La xe na guera che ne incioda tuti a le nostre responsabilità. L’omo xe drio deventare el “coronavirus” de le done. Dovemo afrontare seriamente el problema, senza “se” e senza “ma”. Ma subito!
de Mario Sileno Klein
 
Bruti scherzi
Leggi l'articolo A le porte del Paradiso
de Luigi Frosi
 
Da Ponzano Veneto (TV)
Leggi l'articolo El soranome speciava la so storia
de Silvano Salvi
 
Robe de Ciósa
Leggi l'articolo La chiàbita
de Angelo Padoan
 
Da Verona
Leggi l'articolo Far pratica
de Giacinta Dall’Ora
 
Da la Lessinia Centrale (VR)
Leggi l'articolo Bruscar le vigne
de Luigi Ederle